RICHIEDI SUBITO UN PREVENTIVO
CHIEDI ORA »

CHIAMACI
02-83632794 »

impianto elettrico a norma

Un impianto elettrico a norma deve essere la prerogativa di ogni casa. Non ci sono scusanti, lo dice la legge. Per cui, se non l’avete ancora fatto, forse è il caso di dare un’occhiata al vostro per vedere se tutto funziona a dovere, o se invece è il caso di procedere al rifacimento impianto elettrico.

L’impianto elettrico casa è qualcosa di cui non possiamo fare a meno ma, d’altro canto, è anche un tipo di intervento che si può svolgere restando in casa, a differenza della posa di un parquet o altri pavimenti.

Impianto elettrico a norma: quando farlo e come procedere

Magari vivete in una grande casa ereditata dalla nonna, oppure siete in affitto in qualche bilocale anni ’70. Oppure ancora avete deciso di acquistare una residenza d’epoca in periferia, con un grande giardino e quattro stanze da letto.

Magari è il tuo business ad aver bisogno di una ristrutturazione? Ci pensiamo noi

In tutti questi casi, probabilmente non ci sarà un impianto elettrico a norma. Vi troverete invece di fronte a una sorta di scheggia impazzita, che ogni tanto emana qualche scintilla e altre volte fa piombare la casa nell’oscurità.

O forse il vostro impianto elettrico casa non vi dà alcun problema, e siete convinti che funzioni alla grande. Ciò però non significa che non sia una situazione ottimale, anzi.

La pericolosità di un impianto elettrico vecchio è pari a quella di un impianto elettrico a norma ma che non funziona: letale.

Non per spaventarvi, ma è davvero così: la minima scintilla può dar vita a un incendio. Non c’è da scherzare!

L’importanza di un impianto elettrico a norma è data non solo dalla sicurezza, ma anche dalla legge. Il decreto ministeriale del 2008  ha infatti sancito delle disposizioni in materia, aumentando il livello di attenzione e di sensibilità al riguardo.

Leggi qui il testo del decreto ministeriale

Terza motivazione per procedere con un rifacimento impianto elettrico: il risparmio. Gli impianti vecchi comportano infatti uno spreco di energia che può essere anche significativo. Il costo impianto elettrico nuovo in questo caso sarebbe ricoperto dal risparmio conseguito!

Com’è fatto un impianto elettrico

Un impianto elettrico a norma deve essere composto da una serie di elementi, tutti ovviamente realizzati con materiali di qualità e certificati.

La fonte dell’energia è il contatore. Qui è da dove l’energia viene distribuita in tutti gli appartamenti di un condominio, ma è un macchinario pertinente all’azienda che distribuisce l’energia elettrica.

Il quadro elettrico è invece quello con cui il contatore comunica, ed è quello che smista l’energia tra le varie stanze della casa. Ecco perché si trova molto spesso dentro casa, generalmente nell’ingresso – se l’avete – o nel salone.

Da lì partiranno ovviamente le varie linee elettriche, che sfociano negli interruttori e nelle prese. Dietro i muri della tua casa passa infatti una ragnatela di cavi, progettata per diffondere la luce in maniera ottimale in tutti i punti.

Gli interventi per un impianto elettrico a norma

Probabilmente il vostro unico pensiero è il preventivo impianto elettrico, ma prima di arrivare a quel punto è necessario capire quali sono i lavori da fare, che possono essere diversi da caso a caso.

La prima cosa da fare è sicuramente smontare e rimuovere le cassette e il quadro elettrico. Sarebbe opportuno, anche se non tutti lo fanno, rimuovere anche tutti i tubi o almeno quelli raggiungibili, per sostituirli con altri nuovi e più sicuri.

Nel caso in cui il rifacimento impianto elettrico sia invece contestuale a un altro intervento come la sostituzione di un pavimento potrete sicuramente provvedere a rinnovare tutto.

A quel punto sarà ovviamente necessario procedere con l’inserimento dei nuovi tubi e relative tracce, l’installazione di una nuova cassetta e di un nuovo quadro elettrico.

Successivamente si dovrà collegare il nuovo impianto alle varie prese e interruttori per renderlo funzionante.

E se avete intenzione di restare in casa? Niente paura, per non creare disagi e dover girare con candele e torce, è possibile intervenire su una sezione alla volta. In questo modo potrete avere una fonte di energia sempre a disposizione.

Gli “extra”

Detto così, non sembra qualcosa di lungo e difficile. In effetti, la grossa spesa e la grossa perdita di tempo per un impianto elettrico a norma non sta nell’impianto. Sta nei lavori di muratura!

Sì, perché quando avviene un rifacimento impianto elettrico è necessario mettere mano alle pareti. Questo significa coinvolgere altri professionisti, come muratori e pittori. E spesso, il costo diventa più elevato dell’impianto stesso.

Oltre alla demolizione, infatti, bisogna considerare anche e soprattutto il ripristino. Per questo è necessario lo stucco su tutti i punti toccati e la successiva verniciatura, ma sarebbe molto più conveniente rifare interamente ogni parete interessata, per evitare delle differenze visive evidenti.

Vi starete quindi chiedendo se ne valga davvero la pena. La risposta è sì, perché si tratta di interventi che, oltre a essere previsti dalla legge, vi consentono di modificare elementi che avete tralasciato in casa solo perché la spesa era ritenuta superflua. In questo modo, il costo del rifacimento di pavimenti e pareti sarà invece giustificato.

Singolo professionista o ditta?

Va da sé dire che questo non è un intervento che si può svolgere in fai da te. I rischi, come abbiamo detto, sono molti e per un piccolo risparmio non ne vale decisamente la pena.

Ci sono però degli inconvenienti: coinvolgendo più professionisti di ditte diverse, vi ritroverete nella necessità di nominare un responsabile della sicurezza, con conseguenti strascichi burocratici.

Inoltre, bisogna tener presente che più teste pensanti saranno portate inevitabilmente allo scontro. Il muratore criticherà l’elettricista per il passaggio dei cavi, il pittore si lamenterà del muratore, eccetera…

L’unico modo per risolvere tutti questi inconvenienti è quello di fare affidamento su un’unica ditta di ristrutturazione. In questo modo vi risparmierete molte delle incombenze tipiche di questo tipo di intervento.

Una ditta è in grado di lavorare in sintonia, come ingranaggi della stessa macchina: i componenti hanno procedure collaudate, pensate per ottimizzare i tempi e tagliare i costi.

Affidarsi a un operatore di ristrutturazioni per un impianto elettrico a norma significa quindi eliminare gran parte delle preoccupazioni relative al singolo professionista.

Un rifacimento impianto elettrico può essere una vera seccatura, ma il funzionamento perfetto e la possibilità di personalizzare ulteriormente la propria casa ripagheranno le fatiche. Pensate alle possibilità che offre la domotica, ad esempio.

Con un impianto elettrico a norma e moderno puoi rivoluzionare la tua idea di casa senza interventi pesanti.

Scopri il nostro servizio di rifacimento impianto elettrico, il prezzo lo fai tu!

© RistutturaTutto - Privacy - Cookie