Ristrutturazione facciata a prezzi estremamente vantaggiosi: scopri il mondo RistrutturaTutto

Quando è necessario intervenire

Il naturale deterioramento, conseguente all’azione degli agenti atmosferici, rende necessari molteplici interventi manutentivi al fine di garantire la conservazione e il decoro degli edifici.

A differenza degli interni, il cui stato di conservazione dipende prevalentemente dalla cura e dall’uso da parte dei suoi abitanti, la ristrutturazione facciata e di altre parti esterne hanno quindi periodicità diverse che non determinano necessariamente una ristrutturazione casa completa.

Costi diretti e oneri accessori

L’esecuzione dei lavori sulla facciata contempla spesso tutta una serie di oneri accessori, aggiuntivi rispetto ai materiali e alla manodopera da impiegare. In particolare, dovendo raggiungere zone ad altezza elevata, bisogna necessariamente avvalersi di ponteggi o, a seconda dei casi, di piattaforme aeree.

I costi per il noleggio delle attrezzature e la loro messa in funzione possono spesso rivelarsi particolarmente onerosi e comportare un’alta incidenza sul costo complessivo dell’intervento, per cui nel calcolo della ristrutturazione al mq occorre fare attenzione a questa voce di spesa.

Da qui l’importanza di redigere un bilancio preventivo accurato e completo nel quale è buona norma includere anche lavori che, pur non apparendo come indispensabili al momento, può risultare conveniente eseguirli in concomitanza con i lavori sulla facciata semplicemente perché si potrebbe usufruire delle infrastrutture accessorie già citate prima, evitando che tali costi tornino ad incidere nuovamente in futuro.

RistrutturaTutto-Ristrutturazione-facciata

Quali lavori extra preventivare

L’adozione di ponteggi, piattaforme aeree, gru, montacarichi e quant’altro sia predisposto in cantiere per il raggiungimento delle parti alte dell’edificio, debbono farci valutare l’opportunità di intervenire anche sulla ristrutturazione tetto, partendo da un attento esame della coibentazione, delle impermeabilizzazioni, dei manufatti di rifinitura (colmi, scossaline, etc.), dei dispositivi di raccolta, convogliamento e smaltimento delle acque piovane, dei comignoli e di ogni altro elemento, senza trascurare le eventuali strutture portanti, siano esse in legno o metallo.

L’eventuale presenza di impianti fotovoltaici sul tetto può rendere necessaria la pulizia ed il contestuale trattamento protettivo delle superfici in vetro dei pannelli.

Questi sono comunque interventi a più frequente periodicità e per l’esecuzione dei quali esistono imprese specializzate le quali offrono un servizio all-inclusive che prevede l’utilizzo di un sistema di prevenzione contro le cadute mediante fissaggio della cosiddetta “linea aerea”, consistente in un reticolato di cavi in acciaio lungo il quale gli operatori agganciano le loro imbragature.

Grondaie, bocchettoni, pluviali e relativi raccordi e fissaggi vanno ispezionati, ripuliti, riparati o sostituiti come necessario.

Parti interessate alla ristrutturazione facciata

Un intervento di manutenzione ordinaria solitamente va ad interessare solo quelle parti che, pur essendo integre e ancora funzionali, hanno semplicemente bisogno di riacquistare il loro aspetto originario, e fra questi possiamo annoverare gli intonaci e le loro coloriture e i manufatti in ferro da ritinteggiare.

Una ristrutturazione facciata, invece, implica una molteplicità di interventi di riparazione, consolidamento, sostituzione o integrazione di parti deteriorate, danneggiate o mancanti.

Agenti atmosferici intensi (piogge copiose, grandinate e gelo, venti impetuosi) o meccanici (scosse telluriche o cedimenti strutturali) sono all’origine di lesioni, infiltrazioni di umidità, distacchi e cedimenti di intonaci ed elementi costruttivi (cornicioni, comignoli, grondaie e scossaline, elementi di rivestimento, etc.).

La ristrutturazione interviene quindi allo scopo di recuperare non solo le caratteristiche estetiche ed architettoniche originarie, ma anche la funzionalità stessa dell’edificio nel suo complesso, assicurando nuovamente efficienza e sicurezza ai suoi utilizzatori e a quanti vivono o transitano in prossimità di esso. Le nuove tecnologie costruttive e dei materiali migliorano inoltre l’affidabilità nel tempo delle componenti oggetto dell’intervento.

Necessità e opportunità

Anche se il valore commerciale di un bene immobile è comunque legato ad un mercato che ne stabilisce i parametri di stima, una ristrutturazione facciata o una ristrutturazione casa completa ne incentivano l’appetibilità per il mercato con un conseguente incremento di valore, certo non sostanziale, ma sicuramente incentivante.

Ad incoraggiare la decisione di effettuare prima possibile una ristrutturazione facciata sono anche gli incentivi fiscali che permettono, grazie a speciali detrazioni, di ottenere un risparmio consistente sulle imposte sui redditi che i proprietari sono comunque chiamati a versare all’erario.

Questi provvedimenti hanno diversi scopi, fra cui il sostegno all’economia dell’indotto (artigiani e rivenditori, manovalanza, progettisti, autotrasportatori, etc.), alle famiglie, al decoro urbano e alla lotta contro l’evasione fiscale, grazie all’obbligo di produrre fatture e documenti fiscali a corredo della domanda con cui si chiede di poter beneficiare degli incentivi.

Come muoversi per avviare i lavori

La ristrutturazione facciata ha, come fine, il recupero estetico e funzionale dei prospetti di un edificio, e quindi presuppone un attento esame dello stato di fatto delle opere direttamente interessate all’intervento, degli oneri per infrastrutture accessorie.

Inoltre comprende gli interventi aggiuntivi che è opportuno e conveniente realizzare contestualmente, della richiesta atta ad ottenere il rilascio delle autorizzazioni necessarie all’esecuzione dei lavori, delle assicurazioni contro infortuni/responsabilità civile e di ogni altra voce che, direttamente o indirettamente, va a costituire elemento imprescindibile dell’opera che s’intende realizzare.

Scopri il mondo
RistrutturaTutto

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO